tel. 010-542057 fax. 010-5302577 massimonicolo@occhioallaretina.it

ULTIME NOVITA ‘ DAL MONDO DELLA RICERCA:La Terapia Fotodinamica e’ superiore alle iniezioni intraoculari di farmaci anti-vegf

Nelle prossime settimane saranno pubblicati sulla rivista American Journal Ophthalmology i risultati ottenuti da un gruppo di ricercatori coreani sul trattamento della corioretinopatia sierosa centrale. Si tratta di uno studio pilota (cioe’ su un piccolo numero di pazienti) ma randomizzato. Otto pazienti sottoposti a terapia fotodinamica e otto pazienti sottoposti a 1 iniezione intravitreale di ranibizumab al mese per tre mesi. I risultati preliminari dimostrano la superiorita’ della terapia fotodinamica. Ulteriori studi su un campione di pazienti piu’ ampio sara’ comunque indispensabile per confermare questi risultati.

Comments ( 28 )

  • Antonio

    Buon giorno,
    se la csc e’ cronica :da piu’ di 20 anni e non c’e fluido sottoretinico, e’ possibile qualche tentativo di miglioramento della malattia?
    Grazie Antonio

    • Gentile Signore,
      purtroppo se non c’e’ fluido non e’ possibile fare niente. E’ questo il motivo per cui se il fluido non si riassorbe spontaneamente nel giro di 1-2 mesi e’ necessario indurre il riassorbimento con la terapia fotodinamica o la fotocoagulazione laser.
      saluti,
      Dr. Massimo Nicolo’

  • Fra.78

    gentile dottore andando dall’oculista mi ha diagnosticato una lieve forma di C.S.C. con per dita di 2 gradi all’occhio destro, ho seguito una cura di medrol per 20g ma senza effetto, ora sarà passato un mese e mezzo dal insorgere della malattia,cosa mi consiglia di aspettare ancora un pò per vedere se vi sia un riassorbimento spontaneo o di sottopormi urgentemente a terapia?

    • Gentile Signore,
      se la diagnosi è CSC, il medrol (cortisone) è altamente controindicato perchè tende a cronicizzare la malattia. Attenda 1 mese e ripeta l’OCT, se il fluido sottoretinico persiste allora bisognerà eseguire la fluorangiografia e indocianina per programmare la terapia fotodinamica o fotocoagulazione laser che ad oggi sono le uniche terapia efficaci e sicure per la CSC.
      saluti,
      Dr. Massimo Nicolò

  • Jove77

    Buongiorno Dottore,
    potrebbe consigliarmi un centro a Milano dove poter effettuare la terapia fotodinamica?
    La ringrazio per un cortese riscontro.
    saluti

    • Gentile Signore,
      a Milano puo’ andare dal dr. Alfredo Pece oppure al dr. Ugo Introini.
      saluti,

      dr. Massimo Nicolo’

  • Zita dell'anna

    Buongiorno Dott.Massimo Nicolò, da dicembre 2010 mi è stata diagnosticata una CSC,ad oggi la situazione è leggermente migliorata.A giugno ho effettuato la fluoroangiografia e il Prof.Ugo Menchini mi ha cosigliato di fare delle iniezioni intraoculari,io ho preso un pò di tempo per pensarci.lei che cosa mi consiglia? grazie Zita

    • Gentile Signora,
      il prof. Ugo Menchini ha insegnato a tutti noi come si diagnosticano e curano le patologie della retina e quindi non mi sento di consigliarle senza prima visitarla una terapia differente.
      saluti,

      Dr. Massimo Nicolo’

  • Antonio

    Gent. Dottore,
    Le ho gia’ scritto altre volte ,con una “vecchia” CsC e’ possibile una certa guarigione con la nuova ritrovata Retina Artificiale?

    Ringraziandola anticipatamente

    Antonio

    • Gentile Signore,
      la retina artificiale e’ ancora in una fase troppo “artificiale”, credo che dovremmo attendere ancora parecchio tempo.
      saluti,

  • Antonio

    ……ma se fosse realizzabile ,questo tipo di retina, potrebbe risolvere i vecchi casi diCsC ?

    Gazie

  • Sandro Zonetti

    buongiorno la corioretinopatia sierosa centrale nell’occhio sinistro ,è la seconda volta che mi viene ,la prima volta è passata dopo un mese ,adesso mi è tornata da circa tre mesi ,l’oculista mi ha consigliato di aspirare con una siringa il liquido ,è una giusta terapia ?
    grazie

  • caro prof. sono giovanni affetto da 6 anni di corioretinopatia sierosa centrale all’occhio dx con perdita di vista di circa 8/10, due anni fa sono stato sottoposto al trattamento foto dinamico con buoni risultati riacquistando anche qualche decimo.ad oggi invece mi ritrovo con 5/10 e ancora liquido ,dovrò sottopormi di nuovo al trattamento foto dinamico a gennaio dal prof.Giovannini ad Ancona.E’ davvero l’unica terapia da seguire?Ho perso le speranze.

    • Caro Giodenardis,
      si al momento la terapia fotodinamica è l’unica terapia sicura ed efficace disponibile. Due anni senza recidive sono tanti, sono sicuro che anche questa volta ci sara’ una buona risposta alla terapia fotodinamica. D’altra parte non è e non puo’ essere un trattamento risolutivo in maniera definitiva perchè non elimina la causa del problema ma gli effetti. Non ci sono alternative, ma meno male che almeno si può fare qualcosa. Stia sereno e vedra’ che anche questa volta la sua vista migliorera’.
      saluti,

  • D'ACUNTO ENRICO

    Buongiorno Dott.Massimo Nicolò,
    da luglio 2011 mi è stata diagnosticata una CSC,ho effettuato la fluoroangiografia e l’OCT è mi è stato detto che ormai la perdita si è arrestata e devo aspettare che il fluido si riassorba da solo in quanto secondo questi specilaisti la terapia fotodinamica non può risolvere il mio problema. Lei che ne pensa?

  • Lucia D.

    Egregio Dott.Massimo Nicolò,
    mi è stata diagnosticata una CSC, ho fatto l’OCT è mi è stato detto che devo aspettare 1-2 mesi per vedere che succede. Sono molto preoccupata e mi domando perché aspettare con il rischio di danneggiare permanentementre la retina se la terapia fotodinamica può risolvere subito e senza rischi il problema? Le invio l’esame OCT ringraziandola per la disponibilità con cui ci consente di accedere ad una fonte di concreta ed effettiva conoscenza del problema specifico. Le chiederei anche a chi posso affidarmi a Roma che abbia le competenze necessarie. Grazie ancora per la sua disponibiltà.

    • uongiorno,
      la ringrazio per la sua mail. In effetti l’OCT mostra un sollevamento sieroso del neuroepitelio ed è probabile che si tratti di corioretinopatia sierosa centrale. Tuttavia per arrivare alla diagnosi definitiva e per pianificare l’eventuale trattamento (fotocoagulazione laser o terapia fotodinamica) è necessario eseguire anche la fluorangiografia, angiografia con verde di indocianina e autofluorescenza. Tenga presente che la CSC nelle donne è poco frequente e sarebbe opportuno valutare la presenza di concomitanti problematiche di natura immunologica/autoimmunitaria e/o ormonale. Non credo che l’acido ialuronico possa avere influito.
      Per quanto riguarda la tempistica, sono in parte d’accordo con lei. Io solitamente attendo 1 mese e poi decido per il trattamento. In ogni caso la tempistica dipende molto anche dall’esito dell’angiografia retinica.
      Se vuole ne possiamo parlare a voce. Mi può trovare in studio al numero 010-542057.
      saluti,
      Massimo Nicolò

  • Antonio

    il 10 gennaio scorso ho passato la visita di controllo presso la clinica oculistica del policlinico universitario di padova diretto dal prof midena dopo la terapia fotodinamica effetuata il 5 ottobre 2011 per csc. il siero sottoretinico si è completamente riassorbito ma io ci vedo come prima, cioè ho una distorsione delle immagini, come se vedessi attraverso una goccia d’acqua. mi hanno detto che ciò dipende dalla retina che si è danneggiata vista la cronicità della mia csc e che ci vorranno non tanto precisati mesi per eliminare il problema. cosa ne pensa?

    • si direi che le cose stanno come le hanno detto. Potrebbe volerci del tempo ma sono convinto che se il fluido si e’ riassorbito i suoi disturbi potranno in parte anche regredire.
      saluti,

      • Antonio

        grazie dottore, è sempre molto gentile. le farò sapere.

  • Maurizio

    Ho avuto il secondo attacco acuto di CSC appena passato. Il primo e’ durato 3 mesi circa ed e’ passato da solo senza lasciare danni visivi un anno fa. Ora al controllo pensavo di dovere fare la costosa Fotodinamica (a Milano…) ma con mia sorpresa l’OCT e’ negativo, fluido rioassorbito totalmente ma la perdita della vista e’ rimasta di 8/9su10 sull’occhio sx. Il medico che ha fatto la visita pensava che avessi fatto la FD e a questo punto sono abbastanza disorientato. Il liquido tende a regredire da solo in qualche mese sempre, ma la perdita della vista che comunque non viene data per definitiva a questo punto suggerisce di fare la FD o subito o mai. La CSC e’ veramente una malattia imprevedibile…..

    • e’ questo il motivo per cui la terapia fotodinamica o la fotocoagulazione laser deve essere eseguita velocemente.
      saluti,
      Massimo Nicolo’

  • Gianluigi Cantoni

    Carissimo Dottore
    Io soffro da molti anni di cefalea con aurea e negli ultimi due anni mi è capitato spesso di vedere ad occhi chiusi una cerchio luminoso centrale che durava da una settimana a due settimane massimo, mentre ad occhi aperti vedevo benissimo.
    L’ultimo attacco di cefalea con Aurea l’ho avuto intorno al 10 agosto di quest’anno, dopodichè ho incominciato a vedere il cerchio luminoso ad occhi chiusi ma mi sono accorto che adesso lo vedo anche ad occhi aperti dall’occhio sinistro ma mentre ad occhi chiusi è luminoso ad occhio aperto è scuro, come una macchia scura che mette in ombra ciò che metto a fuoco fino a farlo sbiadire e quasi scomparire in una macchia scura come un’ombra sulle immagini.
    Mi sono recato al prontosoccorso oculistico perché a quel punto ho capito che non era piu un semplice problema di aurea ed infatti mi hanno diagnosticato la CSC tramite un fondo oculare.
    Successivamente stamane, ovvero dopo 7 giorni, mi sono recato presso una clinica privata nel reparto oculistico dove ho fatto un nuovo fondo oculare e una OCT che confermano la CSC.
    Mi hanno dato una terapia che non ho ancora iniziato in quanto la visita risale a stamattina, a base di alcuni colliri e un medicinale non so bene cosa sia perché ancora devo comprarlo, mentre ho sospeso il Diamox che mi avevano dato in prontosoccorso perché mi ha causato 2 collassi.
    In entrambi i presidi mi hanno detto che devo aspettare che il liquido si riassorbi da solo ma io sono pessimista al riguardo perché in 20 giorni non è cambiato nulla quindi credo che non si riassorbirà ma comunque mi hanno detto che se tra un mese non si riassorbe mi tratteranno con il laser.
    Volevo chiederle:
    a) che relazione c’e’ tra cefalea con Aurea e CSC?
    b) è vero che la CSC nasconde malattie autoimmuni? Se si come si diagnosticano?
    c) Durante le precedenti CSC non diagnosticate in cui non avevo il disturbo a occhi aperti, ma solo ad occhi chiusi, in genere, siccome io lo attribuivo ad una forma di Aurea, con la non assunzione di alcuni alimenti che in genere mi fanno scoppiare la cefalea con aurea come il caffè, il cioccolato, la frittura, i formaggi stagionati, il glutammato, etc. etc. avevo un miglioramento fino alla normalizzazione, era un caso oppure c’e’ un legame tra la CSC e gli stessi alimenti che mi scatenano la CSC?
    Notare che Precedentemente a questo ultimo episodio io ho davvero ecceduto molto nel consumo di cocacola zero e di glutammato, per cui me l’aspettavo, ma a questo punto mi viene da pensare che la CSC nel mio caso sia una conseguenza o come una degenerazione dell’Aurea. E’ possibile?

    Vorrei sapere se è possibile richiedere un appuntamento con lei e se si come, io le scrivo da Napoli ma verrei volentieri a Genova per un controllo.
    Grazie.

    • Buongiorno,
      scusi se le scrivo solo ora.
      Perchè tanto per iniziare non mi manda le immagini all’indirizzo massimonicolo@occhioallaretina.it cosi’ da avere le idee più chiare.
      In ogni caso il numero dello studio a Genova è 010542057
      saluti,
      Massimo Nicolò

      • Gianluigi Cantoni

        Grazie mille per la sua risposta e la sua cortesia, le ho appena inviato via e-mail tutta la documentazione ad oggi in mio possesso.
        Resto in attesa di una cortese risposta.
        Grazie infine.
        Gianluigi Cantoni

        • BUONASERA,
          ho visto le immagini che mi ha inviato per e-mail. La diagnosi di CSC è corretta. Attenda 1 mese, ripeta l’OCT e se il sollevamento persiste sara’ necessario indurre il riassorbimento del fluido con la terapia fotodinamica o la fotocoagulazione laser previa esecuzione della fluorangiografia e dell’angiografia con verde di indocianina.
          Per tutto il resto le conoscenze sulla eziopatogenesi della CSC non sono molte e francamente non saprei dire se esiste una correlazione con l’assunzione di alcuni alimenti.
          Per quanto riguarda le malattie autoimmuni, questo discorso vale in particolare nel sesso femminile.
          saluti,
          Massimo Nicolò

  • Pasquale

    Buonasera carissimo dott.Nicolo,
    Mi hanno diagnosticato circa 3 anni fa la csc occhio dx ed sx,sono stato curato con il cortisone,diciamo che è passata,poi in la csc mi si è ripresentata dopo 2 anni all’occhio dx con una vista appannata e al sx con linee contorte,vedevo + grande del dx,ad oggi riesco a vedere abbastanza bene,da premettere che ho fatto sia la flurongiografia sia oct e mi e stato detto che dovrei provare la terapia fotodinamica,mi sono messo alla ricerca sul web ed ho trovato il suo sito che spiega in modo dettagliato tutto il lavoro che svolge per questa malattia,la volevo contattare per chiarimenti in merito e per fissare un incontro,purtroppo domenica 7-10-2012 ho avuto una paralisi di bell al viso e sono dovuto correre al pronto soccorso in ospedale,ora le chiedo un parere sul medicinale che mi hanno dato solu-medrol 125 mg/2ml che è ovviamente un cortisone molto forte,allora le chiedo siccome ho scoperto tramite lei dottore,il quale dice che assolutamente non va preso perchè puo addirittura peggiorare la malattia,mi dice come posso fare?
    grazie per il momento e le auguro una buona serata

Post a Comment

Please type the characters of this captcha image in the input box

Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input

1 × 4 =