tel. 010-542057 fax. 010-5302577 massimonicolo@occhioallaretina.it

Terapia Fotodinamica e corioretinopatia sierosa centrale

SOS CORIORETINOPATIA SIEROSA CENTRALE
e’ un nuovo servizio di consulenza online nato per venire incontro alle esigenze di tutti coloro che sono affetti da questa malattia che spesso e’ curabilissima.
Chi lo desidera puo’ inviarmi all’indirizzo massimonicolo@occhioallaretina.it le immagini oct, le fluorangiografie e le angiografie con verde di indocianina. Lo scopo e’ quello di fornire un supporto ed una valutazione di massima della patologia e delle possibilita’ terapeutiche. E’ superfluo sottolinere il fatto che la decisione definitiva sulla terapia non puo’ che essere data dopo una attenta visita oculistica e non puo’ basarsi solo dalla valutazione di immmagini.

Comments ( 103 )

  • Sara

    Salve, ho una CSC recidivante nell’occhio dx da ott.2009. Nel dicembre 2010 mi è stato iniettato un corticosteroideo (kenacort) con pessimo esito. Mi si è sollevata di nuovo la retina e a tutt’oggi il fastidio è ancora presente . L’oculista mi consiglia con urgenza terapia con Avastin.
    Le chiedo se ritiene opportuno inoculare altri farmaci visto le condizioni in cui mi trovo, e se la terapia con Avastin le sembra la soluzione migliore. grazie
    sara,42 anni

    • gentile signora,
      per prima cosa bisogna accertare bene che la diagnosi sia realmente CSC. Infatti la questa malattia colpisce solitamente i maschi. Comunque dando per scontato che la diagnosi sia CSC, direi che la scelta di somministrare cortisone sia stata infelice in quanto e’ noto che il cortisone peggiora la malattia. Esistono degli studi che dimostrerebbero una certa efficacia delle iniezioni intravitreali di Avastina ma le evidenze scientifiche sono scarse. Viceversa ci sono una grande quantita’ di studi scientifici che dimostrano che la terapia fotodinamica e’ la cura piu’ efficace per la CSC. Ovviamente la risposta al trattamento e’ variabile e dipende dall’entita’ della malattia. Comunque se vuole puo’ inviarmi all’indirizzo massimonicolo@occhioallaretina.it le immagini degli esami OCT e delle angiografie con fluoresceina e verde di indocianina a cui immagino sara’ stata sottoposta. In questo modo potro’ essere pou’ preciso.
      saluti,
      dott. Massimo Nicolo’

  • Cristiano

    Buongiorno Professor Nicolò.
    Le espongo il caso di mia moglie.
    A causa del manifestarsi di una forte gestosi, ha partorito (dopo una gravidanza di 7 mesi), il 27/12/2010 con parto cesareo.
    Il giorno dopo il parto ha cominciato ad accusare un “fastidio” all’occhio sinistro, come una piccola macchia colorata (colore giallo chiaro) al centro del campo visivo.
    È stata quindi portata al reparto di oculistica dell’ospedale e le è stata diagnosticata una piccola bolla di liquido che si è formata, forse a causa degli sbalzi di pressione, oppure a causa del forte stress. Dalla visita non si riscontrano danni a cornea, retina e cristallino.
    Dopo una seconda visita le hanno paventato l’ipotesi che il difetto potrà anche essere definitivo.
    Nel frattempo la piccola macchia centrale si è allargata, interessando gran parte del campo visivo; la situazione è che dall’occhio sinistro vede come se avesse davanti una lente di colore giallo chiaro e considerando entrambi gli occhi la vista risulta leggermente sdoppiata.
    Nessun problema visivo riscontra invece dall’occhio destro.
    La situazione sembra si sia stabilizzata in questo modo.
    Siamo molto preoccupati in quanto mia moglie in queste condizioni non può autonomamente recarsi all’ospedale a fare visita al nostro figlio in quanto non riesce a guidare, ma non riesce neppure a guardare la TV o leggere.
    Le saremmo estremamente grati se potesse, con queste poche righe, ipotizzare il tipo di problema e se si possa sperare nella sua reversibilità.
    Grazie per l’attenzione
    Saluti

    • Massimonicolo

      Gentile Signore, probabilmente si e’ verificato un problema pressorio. Comunque e’ importante che esegua l’esame oct e probabilmente anche la fluorangiografia. Di piu’ non sono in grado di dirle. Quando ha gli esami se vuole me li puo’ mandare per posta elettronica massimonicolo@occhioallaretina.it saluti,

      dott. Massimo Nicolo’

    • Gentile Signore, probabilmente si e’ verificato un problema pressorio. Comunque e’ importante che esegua l’esame oct e probabilmente anche la fluorangiografia. Di piu’ non sono in grado di dirle. Quando ha gli esami se vuole me li puo’ mandare per posta elettronica massimonicolo@occhioallaretina.it saluti,

      dott. Massimo Nicolo’

  • Summa antonio luigi

    salve ,mi è stata riscontrata nel 2002 all’occhio sx una corioretinopatia sierosa centrale e all’inizio della malattia mi è stato prescritta come cura solo l’assunzione del dianox ,però la qualita della vista è peggiorata da 7/10 ai 3-4 /10 di oggi, il 21/01/2011,sono riandato al controllo presso il policlinico di Bari e alla mia richiesta se c’erano delle nuove cure per questa malattia mi è stato risposto di no ,mi è stata prescritta una nuova oct che farò il 10/02/2011,mi ha detto il medico che dovrò tenere sotto controllo la pressione sanguigna e i valori di colesterolo, trigliceridi,glicemia e tutti gli altri valori relativi alle analisi del sangue.Vorrei da lei un consiglio sul da farsi . Grazie, le invio tutta la documentazione in mio possesso.

    • Gentile Signore,
      l’ultimo OCT che ha eseguito presentava fluido sottoretinico che deve per forza riassorbirsi. Se questo non è avvenuto spontaneamente nel giro di 1-2 mesi allora è necessaria la terapia fotodinamica. Mi sembra strano che a Bari le abbiano detto cosi’. Provi a parlarne con il Dr. Francesco Boscia che è proprio del policlinico e so per certo che gestisce e cura questo tipo di patologie. Altrimenti la posso vedere io a Genova.
      mi faccia sapere,
      Dott. Massimo Nicolò

  • salve, per farla breve circa 7 anni fa mi hanno fatto un laser per una csc occhio sinistro, dopo circa 2 anni mi si è ripresentata una fuoriuscita di siero che prendeva tutto il campo centrale e da lì mi hanno fatto una fotodinamica…..morale della favola, ad oggi ho una macchia estesa come se non si fosse mai riassorbita, creandomi non pochi problemi…….si può fare qualcosa al riguardo?
    in attesa di un gradito riscontro la saluto…Piccinin Marco

    • Gentile Signore,
      dovrei visitarla e vedere le immagini della sua retina, l’oct, la fluorangiografia e l’angiografia con verde di indocianina per poter capire. Se ha degli esami recenti me li mandi per posta elettronica massimonicolo@occhioallaretina.it
      saluti,
      Dr. Massimo Nicolò

  • Marotta prisco

    dott.nicolo scusi il disturbo vengo al dunque mi anno riscontrato una coriodite sierosa all’occhio sinistro ho fatto tutti gli esami attualmente sono passati gia 2 mesi la vista è di 6/10 decimi la bolla si è ridotta del 50% ma comunque vedo sempre offuscato e le immagini sono irregolari come cura metto delle gocce Nevanac e Diamox compresse 250 g .
    L’ultima visita fatta il 6 magg. mi anno detto di fare 2 mesi di riposo per non peggorare ulteriormente devo fare un oct il 16 maggio la mia paura e di non capire se queste cure sono efficaci ho se un eventuale operazione al laser si debba fare io guidavo il muletto dove lavoravo mi anno sospeso creandomi qualche problema sul posto di lavoro visto che non conoscevano questa malattia vorrei un consiglio sul cosa fere grazie emi scusi ancora

    • Gentile Signore,
      il mio consiglio e’ di non aspettare. Mi sembra di capire che e’ gia’ passato almeno 1 mese. La csc e’ una malattia curabile molto bene con la terapia fotodinamica o con la fotocoagulazione laser che sono entrambe sicure ed efficaci. Se ha fatto come penso la fluorangiografia, l’angiografia con verde di indocianina e l’oct puo’ mandarmi le immagini per posta elettronica cosi’ da poterle dire quale trattamento puo’ essere piu’ indicato nel suo caso.
      saluti,
      Dr. Massimo Nicolo’

  • Tommaso

    ciao

  • Luigi

    Buonasera dottore, ho scoperto con mia grande felicità il suo blog.
    E’ da circa 15 gg che ho un problema di appannaggio all’ochio DX, ho effettuato un OCT e la fluorongiografia ove si evince un problema di CSC (2 macchioline).
    Mi è stato prescritto il Bentelan e il Diamox.
    P.S. Il problema si è presentato al risveglio, dopo un forte mal di testa durato 2 giorni.

    Gradirei un suo consiglio.
    Grazie.

    • Gentile Signore,
      se la diagnosi e’ corioretinopatia sierosa centrale allora il bentelan (cortisone) e controindicato perche’ tende a cronicizzare la malattia. Il mio consiglio e’ di attendere 1 mese non di piu’. Se il problema persiste allora bisogna intervenire con la fotocoagulazione laser o la terapia fotodinamica che se eseguite da oculisti retinologi esperti hanno un elevato profilo di sicurezza ed efficacia. Se vuole puo’ mandarmi per posta elettronica le immagini del suo caso.
      saluti,
      Dr. Massimo Nicolo’

  • Fabrizio

    Buongiorno Dottore, è dal 2005 che soffro di CSC, dal primo episodio se ne sono manifestati diversi ma sempre di lieve entità, da una settimana, dopo aver fatto una terapia a base di antibiotici e Bentela, mi si è presentata una situazione che comincia a farsi pesante, due macchioline nell’occhio sinistro e uno molto grande, che non mi permette di vedere quasi nulla nell’occhio destro.
    Sono davvero in una situazione di estrema frustrazione, non riesco a rassegnarmi al fatto che a 43 anni mi devo rassegnare a subire ciclicamente questi attacchi alla vista, che secondo me, oltretutto peggiorano il mio quadro visivo.
    Ho letto con piacere che Lei rispetto al mio oculista, è piu possibilista sull’efficacia di un intervento con il laser, mi piacerebbe saperne di piu, inoltre mi piacerebbe capire meglio cosa intende con la terapia fotodinamica.
    Grazie in anticipo e buon lavoro

    • Gentile Signore,
      la coriorerinopatia sierosa centrale quando e’ in fase attiva si puo’ e si deve curare con la fotocoagulazione laser o con la terapia fotodinamica che ormai dadiverso tempo sono il trattamento di elezione con un elevato profilo di sicurezzaed efficacia. Il cortisone (bentelan) e’ assolutamente controindicato perche’ peggiora la malattia.
      Il mio consiglio e’ di ripetere l’oct e le angiografie con fluoresceina e indocianina e se vuole me le puo’ mandare per posta elettronica.
      Ovviamente se vuole posso visitarla a genova e insieme discutere su come affrontare il problema.
      saluti,
      Dr. Massimo Nicolo’

  • Giuliana

    Buonasera, Le scrivo a nome di mia madre di 48 anni, casalinga.
    Ha accusato il primo episodio di sierosa centrale 15 anni fa sia all’occhio destro che sinistro. E’ stata curata con flebo di manitolo, diamox ed è stata ricoverata presso la Clinica di Udine del Prof. Menchini. E’ stata visitata anche dal Prof. Pace a Milano. Tuttavia l’esito è stato sempre il solito: negativo.

    Negli ultimi anni ha avuto ripetuti attacchi, acutizzatisi nell’ultimo biennio, in particolar modo questo ha portato ad un azzeramento quasi totale della vista per l’occhio destro (stiamo parlando di 0.5 grado scorso per l’occhio dx) ed un peggioramento notevole nell’occhio sx.

    Inoltre a seguito di OCT del 20 Maggio 2011 è stato riscontrato sempre nell’occhio dx un sollevamento di epitelio in 2 punti.

    La ringrazio per l’attenzione ed attendo un Suo gentile riscontro.

    Giuliana Carrara

  • Raffele

    Buonasera dottore, volevo chiederle un’informazione, il 24 marzo di questo anno ho fatto la terapia Fotodinamica e dal risultato dell’ OCT dopo 1 mese il risultato è andato a buon fine. La mia domanda è questa, siccome in questo periodo con queste temperature che salgono e scendono (abito a Napoli) stò attraversando momenti di raffreddamento con mal di gola etc.., mi ritrovo con l’occhio abbastanza inumidito, cosa strana solo all’occhio trattato. Debbo preoccuparmi? e’ possibile che se sono raffreddato (solo con starnuti e mal di gola) mi dia fastidio solo ad un occhio? ed un’ultima cosa prima della terapia avevo 10/10 con gli occhiali, ora sinceramente non credo, è normale?

  • Raffele

    Mi scusi, per la fretta non l’ho salutata. la ringrazio cordialmente
    Raffaele

    • Buonasera Raffaele,
      non tema per i disturbi insorti a seguito del raffreddore non hanno niente a che vedere con la CSC. La buona notizia è che il fluido si sia riassorbito. Ovviamente dovrà tenere l’occhio sotto osservazione eseguendo periodici OCT.
      saluti,
      Massimo Nicolò

  • Marco paride

    buonasera Dott. Nicolò…
    oggi x caso cercavo qualcosa a riguardo la mia malattia e ho trovato questo sito!!molto interessante!!
    sono affetto da CSC dal 2008 e all’ospedale di Nuoro mi hanno detto che non si può operare x via che la fuoriuscita del liquido è troppo centrale..
    avrei bisogno di una sua consulenza..
    ormai avevo perso ogni speranza!!!

    • buongiorno,
      per prima cosa le consiglio di ripetere l’oct per vedere se c’e’ ancora fluido sottoretinico. una volta fatto l’esame puo’ spedirmi le immagini a massimonicolo@occhioallaretina.it e poi le faccio sapere cosa fare.
      saluti,
      Massimo Nicolo’

  • Flavio

    Salve a tutti. Premetto che non sono un medico ma soltanto un dei tanti casi di CSC. Ho letto molte recenzioni sull’argomento ed ho visto parecchi pareri discordanti su cause, modalità di prevensione e cure. Per questo motivo da 2 anni sto studiando su me stesso questa malattia cercando di capirne qualcosa. Finalmente dopo molte prove e verifiche con altri ragazzi con lo stesso problema siamo finalmente riusciti a capire alcune cose IMPORTANTISSIME.
    1) La CSC colpisce soltanto alcune persone predisposte e può manifestarsi in qualsiasi momento.
    2) La CSC è una sorta di sfogo della retina dovuto dallo stress psico-fisico dovuto da ASSENZA DI SONNO, ovvero SONNO ARRETRATO!!!!
    3) La CSC peggiora quando il corpo produce troppa Adrenalina

    Quindi! SE VOLETE GUARIRE ALLA VELOCITA’ DELLA LUCE
    1) CURATEVI CON UNA ELEVATA DOSE DI SONNO. Se avete molto liquido dormite più che potete per almeno una settimana di fila 10/12 ore di sonno.
    GIA DOPO 2 GIORNI NOTERETE UN NETTISSIMO MIGLIORAMENTO!!! Provare per credere!!!!
    2) Per abbassare l’adrenalina ed accellerare il processo di assorbimento del liquido DOVETE FARE un po di SPORT. Una camminata passo svelto per 50 minuti 2 volte alla settimana è più che sufficiente.

    Seguite i miei consigli ve ne prego e vedrete che il liquido si riassorbirà veloceme
    nte senza l’ausilio di medicine o terapie!!! E’ GRATIS, E’ SALUTARE e soprattutto FUNZIONA!!!!

    Per qualsiasi info questa è la mia email gianniniflavio@libero.it

    Ciao e buona fortuna!!!

  • Luigi Serafini

    Gentile Professore, Le scrivo per chiedere consiglio sulla crsc diagnosticatami circa 3 settimane fà. Ho fatto regolare controllo oculistico durante il quale il medico, considerati i sintomi ed i risultati della visita intraoculare, che ha messo in evidenza la patologia di cui sopra nell’occhio sx , mi ha consigliato a priori e con sollecitudine una OCT. Ho effettuato questo esame una decina di giorni fà, che ha confermato quanto già prospettato dal mio medico (larghezza del versamento meno di 2100 micron e altezza meno di 429 micron , zona epitelio-coriocapillare normale, senza evidenze alcune). A quel punto la terapia immediata che mi è stata consigliata è il DIAMOX 1 cp due volte al giorno e il collirio INDOM 1 goccia tre volte al giorno, che stò facendo da 10 gg circa senza palesi segni di miglioramento, tranne forse i colori che originariamente vedevo tendenti al rosso o al giallo, ed ora al loro colore naturale pur permanendo un fastidioso appanamento che non mi permette di leggere se non in zone ben illuminate o con una lente graduata con un +0,75 oltre ad una sensazione minima di distorsione degli oggetti e delle linee rette. Quello che mi ha un pò disorientato, è l’insistenza del medico nel voler propendere, nell’immediatezza, senza aspettare i canonici due o tre mesi nei quali la malattia, essendo al primo episodio e non avendo mai avuto alcun problema oculare, dovrebbe regredire, per la soluzione laser o fotodinamica, dopo opportuna fluorangiografia. Le sarei veramente grato Volesse consigliarmi, perchè ho cominciato ad essere ansioso, cosa che sò essere controproducente per l’evolversi positivo della malattia. La ringrazio anticipatamente e Le porgo cordiali saluti.

    • Gentile Signore,
      pur essendo un forte sostenitore della terapia fotodinamica o fotocoagulazione laser credo che nei casi in cui il problema insorga per la prima volta si debba attendere almeno 1 mese. Se poi dopo 1 mese il problema persiste allora il fluido bisogna farlo riassorbire con il trattamento.
      Se vuole per maggiore tranquillità può inviarmi per posta elettronica le immagini degli esami fatti.
      saluti,

      dr. Massimo Nicolò

      • Luigi Serafini

        Gentile Professore, La ringrazio di cuore per la Sua pronta risposta e farò tesoro dei Suoi consigli. Non mancherò di inviarLe copia della OCT alla quale sono stato sottoposto sperando possa essere utile per verificare l’entità del problema. Colgoml’occasione per porgerLe cordiali saluti.

  • Gaetano

    salve dott Nicolò ,ho 34 anni e per la 4 volta mi è stata diagnosticata la csc con un distacco sieroso idiopatico del neuroepitelio al polo posteriore prodotto dal passaggio di fluido dalla coroide nello spazio sottoretinico attraverso un difetto dell’epitelio pigmentato,facendo l’oct si è riscontrata la presenza di una falda che come lei sa mi impedisce la visione nitida delle immagini con annessa alterazione dei colori etc etc……sarei ben lieto se fosse possibile di eseguire una visita con lei per cercare di risolvere il mio problema…….se volesse rispondermi via mail le lascio il recapito gaetanomusico@hotmail.it la ringrazio anticipatamente…..!!!

  • Antonio antonaci

    sono in cura per csc presso policlinico universitario di padova dal prof. midena. il 6 ottobre 2010 sono stato sottoposto a terapia fotodinamica ma allo stato attuale non noto miglioramenti, anzi un leggero peggioramento. mi hanno detto che è normale, ma quanto tempo deve passare per notare risultati apprezzabili o meno?

    • Gentile Signore,
      se intendeva 6 Ottobre 2011, allora e’ necessario attendere ancora qualche settimana, diciamo fino a meta’ Novembre. Se invece la pdt l’ha fatta nel 2010 allora bisognerebbe rivalutare il caso.
      saluti,
      Massimo Nicolo’

      p.s. in ogni caso la clinica oculistica del prof. Midena è tra le migliori in Italia per le patologie della retina

      • Antonio antonaci

        ebbene si, come lei ha ben intuito si trattava del 6 ottobre 2011. la ringrazio per la
        disponibilità e attendiamo novembre. la aggiornerò sull’evolversi della cura.

  • Matteo Dalena

    Buonasera Dottore, i primi giorni di novembre ho cominciato ad avere disturbi al mio occhio sinistro ipermetrrope (+2,5), nel senso che ho cominciato ad avere una vista leggermente appannata al centro del campo visivo, con due aree bollose all’ interno delle quali le linee sono distorte, i colori sbiaditi e assai meno luminosi. Ho subito consultato un oculista che mi ha diagnosticato la CSC e ordinato la FAG e l’ OCT. Ho appena ritirato i referti: nulla all’ occhio dx; FAG o.s.: presenza di 2 distacchi circoscritti del neuroepitelio: 2 punti di fuga si evidenziano in sede parafoveale ad h 9 ed h 11. OCT o.s.: conservazione del clivus foveale che appare sollevato dalla presenza di un sollevamento circoscritto del neuroepitelio. In sede parafoveale, supero nasalmente, é presente analogo sollevamento. Vitreo solente. Il mio oculista mi ha appena prescritto 2 cp al dì di Diamox, collirio Indom 4 volte al dì 2 gocce e Polase. Lei che ne pensa? Mi faccia sapere, così evetualmente potrei valutare di venire a trovarla.

    • Gentile Signore,
      la CSC potrebbe scomparire spontaneamente nel giro di 1 mese ma se questo non si dovesse verificare allora e’ necessario eseguire un trattamento laser (fotocoagulazione o terapia fotodinamica) che ha un elevato profilo di sicurezza ed efficacia. In ogni caso mi mandi per posta elettronica le immagini degli esami fatti cosi’ potro’ essere piu’ preciso (massimonicolo@occhioallaretina.it). La terapia prescritta e’ ininfluente ai fini della sua patologia. Certamente sono disposto a visitarla quando lo riterra’ piu’ opportuno.
      saluti,

  • C osimo

    Salve, mi chiamo Cosimo e ho 55 anni un anno e mezzo fa mi hanno riscontrato la csc e dopo la cura di diamox e indocollirio ho iniziato a stare meglio ma dopo un anno ho avuto la recitiva e a questo punto vorrei qualche consiglio per il futuro. grazie per tutto quello che seguirà.

    • Buonasera,
      se è presente fluido sottoretinico, l’unico consiglio che le posso dare è sottoporsi alla terapia fotodinamica. Al momento la terapia fotodinamica è l’unico trattamento sicuro ed efficace in grado di indurre il riassorbimento del fluido e se la retina non ha subito grossi danni la vista potrà migliorare o se non altro non peggiorare.
      saluti,

  • Roberto

    Spett.le Prof. Nicolò, sono affetto dal ’94 da CSC, poi divenuta cronica: le pongo la seguenti domande:
    1) E’ possibile rieseguire la PDT a bassa fluenza nel caso in cui il fluido dopo la prima applicazione non si sia completamente riassorbito e, dopo quanto tempo?
    2) E comunque nel caso di ulteriori recidive, si può ripetere la PDT?
    3) Oppure possono insorgere problemi?
    4) Se sì, quali?
    Grazie saluti.

    • Buonasera,
      ho rivisto gli esami e la risposta che le avevo dato circa 1 anno fa. Credo che a questo punto per poterle spiegare bene come stanno le cose e soprattutto a che punto si trova la sua patologia e che possibilità ci sono, dovrei visitarla ed eseguire gli esami angiografici. Mi sembra di capire (ma perché non me lo dice chiaramente?) che nel frattempo abbia eseguito la terapia fotodinamica, dove l’ha fatta e chi l’ha eseguita?. Le avevo detto di rivolgersi al dr Piermarocchi, lo ha fatto?.
      saluti,

  • Daniela

    Salve dottore,
    sono ormai 3 anni che soffro di CSC all’occhio destro. Sono di Napoli e sono seguita dal dott. Marone, ex primario dell’ Ospedale Pellegrini che mi ha prescritto una cura a base di diuretici e di indometacina (supposte e collirio). L’ultima recidiva si è verificata a marzo dell’anno scorso e sembra rientrata, ma io sono spaventata e poiché il periodo in cui è solita mostrarsi si sta avvicinando (marzo/aprile) vorrei sapere se è possibile preventivarla, anche perché tutte le volte mi lascia dei segni che peggiorano il visus.
    Grazie
    Daniela 38 anni

    • Purtroppo non esiste una vera e propria prevenzione. L’unica cosa che si puo’ fare quando si presenta il fluido sottoretinico e’ non aspettare e cercare di farlo riassorbire con la terapia laser. Solitamente le recidive si riducono molto.
      saluti

  • Laura

    Salve mi è stata riscontrata una maculopatia sierosa all’occhio dx, senza mai aver avuto problemi di vista; il problema è che sono all’11 settimana di gravidanza e il mio oculista mi ha consigliato solo di prendere il Diamox mezza pastiglia 3 volte al dì.
    Leggendo il bugiardino ho visto che però è sconsigliato in gravidanza….quindi che fare?
    La ringrazio per una sua risposta

    • Buonsera,
      in effetti in gravidanza e’ tutto un po’ piu’ difficile. Il diamox sostanzialmente serve a poco quindi puo’ anche non prenderlo. Purtroppo nella sua condizione non si puo’ fare altro che osservare l’andamento della malattia che spesso si risolve spontaneamente. Ha fatto un OCT?
      saluti,

  • Alessandro Bacchetti

    Gentilissimo dottore, le faccio i complimenti per questo sito.
    Ho appena compiuto 41 anni, da pochi giorni ho accusato dei problemi visivi, e due giorni fa mi è stata diagnosticata la CSC all’occhio sinistro. Leggendo queste pagine ho capito che, a parte la terapia che mi è stata prescritta (Yellox due volte al giorno, che correttamente mi è già stata descritta dal medico come non risolutiva), devo avere pazienza ed aspettare almeno un mese per vedere come evolve il problema.
    Avrei una domanda da porle: un viaggio in aereo, con i conseguenti sbalzi di pressione, può avere effetti dannosi sull’occhio? E le chiedo inoltre se è opportuno “proteggere” l’occhio con dei bendaggi per non stancarlo o se è meglio tenerlo attivo. Sembrano problemi banali, ma non so come comportarmi.
    Cordiali saluti
    Alessandro

    • Buongiorno,
      faccia la sua vita regolare e tranquilla, non bendi l’occhio perchè non serve a niente. Per quanto riguarda l’aereo non sono noti gli effetti sulla CSC, per cui le direi di volare.
      Ripeta un OCt tra 1 mese e vediamo come va.
      saluti,
      Massimo Nicolò

      • Alessandro Bacchetti

        La ringrazio, veramente molto gentile.

  • Antonio

    Salve, nel 1997 ho avuto una csc all’occhio dx che in 40 gg. circa si è riassorbita perdendo solo 1 decimo.Nell’agosto del 2010 una recidiva con conseguenze nella perdita della vista importanti. La FAG +OCT segnalano la presenza di ampia immagine iperfluorescente in sede iuxtafoveale supero-temporale con “leakage” tardivo, accompagnata da DNE satellite e emoraggiole periferiche, compatibile con diagnosi clinica di CNV prevalentemente classica. L’ OTC con analisi della macula con sezioni lineari radiali conferna il quadro e la diagnosi.
    Mi è stato consigliato un’iniezione oculare per bloccare la perdita della vista.
    Grazie per il consiglio, Antonio 49 anni

    • Buonasera,
      mi sembra che la prescrizione che le hanno fatto sia corretta.
      saluti,

  • Nicola

    Buon giorno proffesor Nicolo’ le scrivo dalla sardegna e volevo esporle il mio problema .
    E’ da circa 3 mesi che ho un problema di appannaggio all’ochio DX, ho effettuato un OCT ove si evince un problema di CSC, 1 macchia centrale di 22 mm.
    La cura che mi e’ stata prescritta è una capsula al giorno di Lutein volevo chiederle se posso prendere qualcos’altro perche’ il problema persiste, o se posso sottopormi a qualche trattamento particolare.

    La ringrazio in anticipo..

    • Buonasera,
      le consiglio di eseguire la fluorangiografia e l’angiografia con verde di indocianina per valutare la terapia laser piu’ idonea, fotocoagulazione o terapia fotodinamica.
      saluti,

  • Gabriele, 40

    Salve, ho una CRC recidiva da 5 anni torna puntualmente ogni anno. Nel giro di 3 mesi si è sempre riassorbita lasciando cmq una visione non perfetta. Ora che è appena tornata, il mio dott. vuole fare la fotodinamica per evitare di rovinare la retina. Quello che mi ha detto cmq che ci sono dei casi in cui si può avere un’effetto “ditruttivo” sulla retina (degenerare).
    Mi potrebbe deulicare meglio su questi casi o dirmi con precisione costi/benefici, grazie.
    Saluti

    • La terapia fotodinamica e’ un trattamento SICURO, anche perche’ i dosaggi per la csc sono dimezzati rispetto a quanto si faceva per altre forme di maculopatia.
      saluti,

      • Gabriele

        Salve, vi ringrazio per la cortese risposta ma quello che volevo dire è che il mio dottore ha avvisato che non è un trattamento al 100% sicuro in considerazione che si sono verificati dei casi in cui la retina si è assottigliata ed in altri in cui è degenerata, pochissimi casi ma documentati. Cortesemente potreste delucidarmi in merito.
        Grazie
        Gabriele

        • Gentile Signore,
          la letteratura scientifica ormai annovera centinaia di casi di pazienti affetti da csc sottoposti a terapia fotodinamica. Recentemente anch’io ho pubblicato sull’American Journal of Ophthalmology una seria di 38 pazienti e in nessun caso si sono verificati effetti indesiderati conseguenti al trattamento. Ovviamente e’ necessario avere acquisito una certa esperienza sia nella diagnosi di csc che nella modalita’ di esecuzione della terapia fotodinamica che oggi nei casi di csc viene somministrata a mezza dosa o a bassa fluenza. Lo scopo della terapia fotodinamica e’ indurre il riassorbimento del fluido sottoretinico. Questo si verifica quasi sempre. Diverso e’ il discorso per quanto riguarda il recupero visivo che dipende dalla capacita’ dei fotorecettori di ritornare a funzionare una volta che il fluido si e’ riassorbito. Allora puo’ verificarsi il caso di assottigliamenti/atrofia dei fotorecettori dopo terapia fotodinamica con mancato recupero visivo ma questa evenienza dipende dal fatto che i fotorecettori hanno sofferto troppo e non sono piu’ in grado di riprendere a funzionare anche dopo che il fluido si e’ riassorbito.
          saluti,
          Massimo Nicolo’

  • Alessandra

    buona sera dottore mi hanno diagnosticato una neovaattoscolarizzazione coroidale subfoveale.mi hanno fatto una iniezione intravitreale.Volevo chiederle se nel mio caso sarebbe più efficace la fotodinamica della iniezione che ho iniziato.grazie in anticipo.

    • in questo caso direi che le iniezioni intravitreali sono la scelta migliore.
      saluti,
      Massimo Nicolo’

  • Marco Castagnola

    Salve Dott. Nicolo, la ringrazio anticipatamente per la sua risposta. Volevo chiederle un consiglio sulla terapia / cura da fare per la CSC che mi è stata diagnosticata. Il mio medico oculista mi ha consigliato di aspettare 1 mese dopo il referto del primo esame OCT per ripeterlo e valutare come si evolverà la cosa. Sono un po preoccupato ma sono ottimista !!!

    Le invio esito dell’ esame OCT alla sua mail che vedo sopra

    Cordiali Saluti

    Marco

  • Francesco

    Buona sera , mi chiamo Francesco ed ho 42 anni .Da un’anno mi è stata riscontrata la CSC all’occhio dx . Il mio oculista dopo avermi fatto fare più di una OCT a distanza di tre mesi mi ha consigliato di assumere il Diamox 250 per un periodo di soli 10 giorni (2 volte al dì) rassicurandomi che il liquido veniva riassorbito a distanza di poco tempo e che sarei dovuto stare a riposo assumendo della valeriana . Il problema inizialmente sembrava essere svanito ma a distanza di poco tempo si è ripresentato in modo più lieve . Oggi dopo aver effettuato una terza OCT il liquido si è ripresentato quasi allo stato iniziale e il mio oculistica mi ha prescritto un’angiografia con verde indocianina ma solo dopo aver fatto degli esami del sangue ed un ‘elettrocardiogramma per evitare eventuali complicanze.Questo esame è davvero pericoloso???In più sono indeciso su quale strada intraprendere se la terapia fotodinamica , la fotocoagulazione laser oppure l’iniezione oculare??? Mi può indicare un centro specializzato nella regione Abruzzo o Molise??(Mi hanno consigliato il Dottor Cusumano , cosa ne pensa??)Le sarei veramente grato Volesse consigliarmi, perchè ho cominciato ad essere ansioso, cosa che sò essere controproducente per l’evolversi positivo della malattia. La ringrazio anticipatamente e Le porgo cordiali saluti.

    • Buongiorno,
      la CSC puo’ e deve essere curata. La terapia si chiama terapia fotodinamica o in alcuni casi fotocoagulazione laser. Lo scopo e’ accelerare il riassorbimento del fluido sottoretinico in modo tale che i fotorecettori tornino a funzionare.
      Le indagini diagnostiche da eseguire prima sono: OCT, FLUORANGIOGRAFIA E VERDE DI INDOCIANINA. L’angiografia utilizza coloranti iniettati in vena che consentono di mettere in evidenza la circolazione della retina. Gli esami del sangue e l’ecg sono completamente inutili. Al limite potrebbe essere saggio eseguire l’esame in presenza di un anestesista cosi’ come avviene per esami piu’ “pesanti” come la tac con mezzo di contrasto. Rischio rarissimo e trascurabile dell’angiografia e’ la reazione allergica, ma questo vale anche quando ingeriamo una qualsiasi pastiglia. Per il resto l’esame e’ innocuo.
      Quello che le posso consigliare e’ faccia una salto a Genova e vediamo cosa si puo’ fare. Degli altri collegi preferisco non parlare.
      saluti,
      Massimo Nicolo’

  • Vittorio Rocchi

    Gentilissimo dottor Niccolò ho 46 anni ed all’età di 40 ho avuto CSC presumo da stress che mi si e’ riassorbita dopo un mese per poi ripresentarsi per circa un anno ad intervalli di due o tre mesi, ogni volta che mi arrabbiavo per qualche problema mi tornava sempre anche se in forma minore.In quel periodo feci una Fluorangiografia e dopo un anno completamente guarito feci un OCT che non evidenziava piu’ niente di anomalo…la macchia non e’ piu’ tornata da anni ma mi e’ rimasto una.. come dire piccola cicatrice sulla retiina che centralmente mi deforma ed ingrandisce lievemente le cose che vedo (linee,facce ecc.)non solo ma l’occhio dx da un anno per compensare tende leggermente a stringere ed impiccolire ciò che l’occhio SX ingrandisce in quel punto,il mio oculista mi ha detto che e’ normale e che la piccola diciamo grinza che si e’ creata nella retina non si può trattare perke’ e’ centrale e che l’occhio SX si adatta al DX…ecc…non sono molto convinto e vorrei sentire il suo illustre parere,ringraziandola le ricordo che la mia vista e’ fortunatamente sempre 10/10 ma disturbata da quella piccola distorsione.Saluti Vittorio Rocchi.

    • Buongiorno,
      concordo con quanto le hanno riferito. Ormai non si puo’ fare piu’ niente, si doveva intervenire nell’indurre il riassorbimento di fluido invece di aspettare il suo spontaneo riassorbimento.
      saluti,
      Massimo Nicolo’

  • Carlo Mezzogori

    Buon giorno dott. Nicolò, sono Carlo ho 52 anni, il 03-04-2012 dopo essermi accorto che il mio occhio sx non vedeva più bene, sono andato al ps.dell’ospedale San Gerardo di Monza e mi hanno osservato una “CSC per il resto retina in piano”. Terapia: Nevanac coll 2 volte al dì per 2 mesi,Diamox cp 1/2 cp 2 volte al dì per 15 giorni poi 1 cp al dì per 7 giorni. Nel frattempo mi fa una presrizione per OCT – 95.12, mi reco al cup, prenotata per venerdì 06 luglio 2012. Vorrei sapere se la terapia è idonea e se fare la OCP dopo 3 mesi non sia troppo tardi. La ringrazio fin da ora per la sua risposta.

    • Buongiorno,
      la diagnosi di csc non sempre e’ possibile farla semplicemente dalla visita. Cerchi di fare l’oct prima di Luglio.
      saluti,

  • Daniele

    salve Dottore,
    Ad agosto 2011 ho notato una visione alterata della vista ,recandomi subito in un ambulatorio oculistico privato mi è stata diagnosticata la CSC all’occhio sinistro. Il dottore mi ha subito prescritto il nevac e diamox per 3 mesi, non avendo visto grossi risultati mi sono recato in ospedale dove ogni mese vengo tuttora sottoposto a OCT o fluorangiografia con liquido di contrasto.I dottori mi dicono che l’operazione al laser non è possibile effettuarla in quanto il punto da trattare è troppo centrale e quindi pericoloso per la macula. Ho chiesto per la terapia fotodinamica ma a quanto pare non hanno intenzione di farmela, perche secondo loro avendo il liquido sottoretinico, la terapia fotodinamica non darebbe grossi risultati. A questo punto non so più che fare,la visione è molto alterata e presenta una macchia scura con al centro un punto “scintillante” .
    Grazie per l’interesse

  • Alessio

    Salve Dottore, anche io ho riscontrato da tempo questa malattia per la quale forse ritengo erroneamente mi è stato consigliato di attendere per il riassorbimento naturale del liquido. Ad oggi (iniziata circa nel 2003) non ho più evidenziato il classico sollevamento della retina che comporta una riduzione significante della vista, ma la stessa dall’occhio Dx non è più tornata come per il Sx tanto da darmi dei disturbi al livello visivo che a volte mi portano a sforzarla con conseguenti mal di testa. In pratica vedo sempre leggermente più piccolo, distorto e sfocato con il Dx riuscendo ad avere un lieve miglioramento con occhiali per astigmatismo. Ad ogni modo se può contribuire alla riduzione di recidive vorrei esprimere un mio parere personale che ho verificato, riscontrando nel corso di questi anni, un miglioramento eliminando in maiera totale l’assunzione di caffè ma soprattutto sostanze alcoliche per le quali ho riscontrato qualche anno fà una recidiva proprio in concomitanza al ricominciare a bere. Forse non è un fattore rilevante ma volevo comunque farlo presente dato che ad oggi non mi sembre di aver avuto recidive. Detto ciò le volevo chiedere se c’è un modo per ripristinare quasi totalmente la vista o perlomenno eliminare questo fastidioso effetto di lieve rimpicciolimento e distorsione delle immagini.

    Cordiali saluti
    Alessio

    • Buongiorno,
      mi fa piacere leggere la sua mail. Per quanto riguarda la visione rimpicciolita bisognerebbe prima accertarsi che la macula sia “asciutta” cioe’ che non ci sia del fluido eseguendo un OCT.
      Saluti
      Massimo Nicolo’

      • Alessio

        Ok l’OCT posso anche ripeterlo anche per tenere sotto controllo la situazione. Successivamente se viene riscontrato che la macula sia asciutta si può fare comunque qualcosa per far migliorare la vista ?

        La ringrazio
        Alessio

        • se la macula e’ asciutta non e’ necessario prendere alcun provvedimento terapeutico.
          saluti,

  • Ionut Paunescu

    Buongiorno, gentile Signore medico e tutto il rispetto per quello che fate. Io sono 41 anni dalla Romania. Una settimana fa ho notato un deterioramento preoccupante visione, nel senso che l’occhio sinistro è stato vedere le lettere distorte con bordi irregolari. Ho avuto nessun problema finora trascurato. Avevo prenotato il 10 ottobre in una clinica, ma sua moglie (medico di professione) non mi permetteva di aspettare qui in città e andò a un armadietto fuori appuntamenti. Corioretinite sierosa centrale, questa è la diagnosi dato dalla signora Dottore. Lungi da me contestare la professionalità della signora Dr., il mio desiderio è quello di fare il mio occhio destro. E più ho paura di non alterare il mio occhio, io sono un uomo completo. Scriviamo quello che ha prescritto : Maxidex gocce (2 × 3 al giorno), Augumentin 1-12 ore e Medrol 16 mg (2 +2 mattina, 2 ore). Dopo 3 giorni di trattamento non si accorgono di nulla. Ti prego, dimmi che cosa e quali sono le probabilità di guarigione. Grazie in anticipo!

    PS : scusate il qTranslate testo tradotto…

  • Gerbichiara

    salve dottore, siccome tra qualche giorno dovrò affrontere un vaiggio in aereo volevo chiederle se ci sono controindicazioni dato che ho la maculopatia all’occhio sinistro dovuta alla miopia .grazie….

  • Giorgio

    mi scuso in anticipo ma praticamente oggi provo una sensazione di disperazione dopo un referto legato all’esame di una florangiografia e un OCT.
    brevemente le racconto cosa mi e successo circa 15 anni fa. mi accorsi di vedere una sorta di liquido nell’occhio che mi disturbava per la lettura visione in genere. andai dall’oculista e mi fece fare una fonocardiografia, il problema che non ricordo come vostro termine, ma si trattava del liquido che fuoriusciva a livello retina creandomi questo disturbo dove le cause erano legate allo stress etc. diciamo che veniva e andava via in tempi abbastanza lunghi. questa volta a me sembra si tratti della stessa cosa ma il problema e che e proprio centrale e quindi mi impedisce la visione nel dettaglio ma solo ombre. oggi ho fatto sia la florangr che l'<OCT e cosi scrive:presenza della depressione foveale anche se grossolana a livello del complesso EPR coriocapillare si osserva una alterazione della refletenza del complesso stesso (effetto Back scattering) con piccolo sollevamento del EPR al polo posteriore. se vuole visionarle potrei farle una email anche delle foto

  • Gero

    egreggio dottore ho bisogno un suo parere e un aiuto su come affrontare quanto mi è successo, mi è stata diagnosticata corioretinopatia sierosa nell’occhio sx,ho fatto OCT e l’oculista mi ha prescritto questa cura: diamox 250mg,indoxer 50mg,indom collirio 0,5ml. Desidero sapere se potrebbe esssere efficace. Ho visto questo blog e spero di avere una sua risposta, desidero avere una sua opinione. Cercando di acqisire informazione non trovo in alcun che di pazienti affetti da questo disturbo abbiano avuto cure, ma si parla di trattamenti come fotocoagulazione laser e terapia fotodinamiche … dovrò accostarmi anch’io a queste terapie?

    • Buonasera,
      scusi se le rispondo solo ora.
      La terapia che sta facendo è diciamo palliativa. Attenda un mese e se il problema persiste bisognerà iniziare a pensare seriamente alla terapia fotodinamica o alla fotocoagulazione laser.
      saluti,
      Massimo Nicolo’

  • Giuseppe quadarella

    Gentile dottore, approfitto della sua disponibilità e della sua esperienza per sottoporle il mio caso:
    soffro di CRSC almeno da settembre 2012, in quel mese mi sono reso conto che il mio occhio sinistro non funzionava come doveva, distorsioni e zona opaca centrale, il mio oculista mi sottopone a OCT che rileva appunto l’infiltrazione sierosa caratteristica di questa malattia; mi prescrive :” indo collirio” e degli integratori” venoruton”. Mi sembra di migliorare, anche se il disturbo non sparisce e varia a “giornate”. Dopo circa un mese dopo una visita accurata, ma senza OCT, il medico afferma che la situazione si è normalizzata ma per precauzione mi prescrive ancora intgratori” Macular B forte”. Visto che la mia visione non migliora a Febbraio 2013 nuova visita e successivo OCT, tutto come prima, o peggio, ancora “indo collirio” più “venoruton” più “Diamox” mezza pastiglia a giorni alterni. Tra un mese visita di controllo e, eventualmente, punture intravitreali,( mutuabili?) una al mese per tre mesi. Mi chiedo: non stiamo perdendo tempo prezioso? non mi ha mai prospettato la fotodinamica, non mi ha mai parlato della fluorangiografia anche se ha accennato alla possibilità offerte dal laser se le lesioni sono in posizione periferica. Lei cosa ne pensa?
    Ho sessant’anni, assumo Terazosina da 5 mg per sclerosi del collo vescicale, è possibile un collegamento tra la terazosina, essenzialmente un vasodilatatore, e la CRSC?
    Vivo in provincia di Padova, mi dicono bene della clinica oculistica, anche di quella di Rovigo, cosa mi consiglia? A chi posso rivolgermi? La ringrazio per l’attenzione che vorrà dedicarmi, gli esami in mio possesso li ho già mandati al suo indirizzo di posta con una copia del presente scritto. Aspetto. Grazie
    Giuseppe.

    • Buonasera,
      Ho visto le immagini allegate nella mail. direi che è fondamentale nel suo caso eseguire l’angiografia con fluoresceina e verde di indocianina per stabilire se si tratta realmente di CSC. In questo caso le iniezioni non sono indicate ma deve fare la terapia fotodinamica.
      saluti,
      Massimo Nicolò

  • Michela

    Buongiorno Dottore,
    2 settimane fa sono stata al pronto soccorso oftalmico di Roma dove mi hanno visitata: tonometria, fondo oculare, dilatazione pupilla ecc. La diagnosi è Corioretinopatia Sierosa Centrale. Terapia: diamox meza compressa 2 volte al giorno per 15-20 giorni più integratore di potassio e magnesio. devo fare l’oct ma purtroppo ci sono tempi di attesa piùttosto lunghi. il problema persiste anche se qualche giorno fa sembrava che il fastidio si fosse attenuato.
    Cosa ne pensa di questa terapia? Cosa mi consiglia?
    Grazie.
    Michela

    • Buongiorno,
      se la diagnosi e’ corioretinopatia sierosa centrale solitamente io non prescrivo niente. Esegui subito l’oct per la conferma e rivedo il paziente dopo 1 mese. Se il fluido e’ ancora presente sotto la macula allora programmo la fluorangiografia e indocinina e la terapia fotodinamica che ad oggi e’ il trattamento con il piu’ alto profilo di sicurezza ed efficacia.
      saluti,
      Massimo Nicolo’

  • Massimo

    Buongiorno dottore,
    ho 36 anni ed è dal 2003 che sono continuamente colpito da questa “malattia” all’occhio dx.
    Proprio in questi giorni ho avuto l’ennesima manifestazione, che aimè sembra essere più aggressiva delle precedenti. Ho eseguito di mia spontanea volontà in un ospedale di Roma, un OCT e i risultati hanno confermato la mia sensazione.
    Ho letto della possibilità della Fotodinamica, ma non riesco a trovare in rete, risultati statistici in merito. Inoltre vorrei capire se ci sono e quali possano essere le controindicazioni, se questa tecnica può venire utilizzata su tutti i pazienti affetti da CSC.

    Cordialmente Massimo

    • Buongiorno,
      la terapia fotodinamica ad oggi è il trattamento di scelta per la CSC ed ha un elevato profilo di sicurezza ed efficacia. Le controindicazioni sono l’insufficienza epatica grave (cirrosi), le porfirie e la gravidanza.
      Le statistiche dicono che dopo un mese si verifica un completo riassorbimento del fluido in circa l’80-90% dei pazienti e la situazione rimane tale fino a 1-2 anni.
      saluti,
      mn

  • Carla

    Dott.Nicolò, ho una Csc, almeno questo mi è stato diagnosticato , all’occhio sinistro, una recidiva dopo quasi 4 anni, la prima volta si è risolto “naturalmente”. Questa volta sembra che la situazione non migliori, non ho seguito nessuna terapia e nemmeno sono stata a riposo. La mia domanda è …che faccio? forse sto trascurando il problema? non ho compreso la gravità, o meglio, non voglio pensarci. Il mio oculista mi dici di aspettare e vedere ciò che accade, è passato un mese e mezzo dalla diagnosi, Lei cosa mi consiglia?
    Grazie
    Carla, 37 anni

    • Buongiorno,
      attendere non credo sia la soluzione migliore.
      Bisogna mettere in atto terapie mirate dopo valutazione approfondita con oct fluorangiografia e indocianina.
      saluti,
      mn

  • Cri

    Salve, ieri l’oculista mi ha riscontrato la CSC e mi ha prescritto il collirio yellox, più l’esame OCT e fluoroangiografia. Oggi leggevo il foglio illustrativo del collirio ed è prescritto per chi ha subito un intervento di cataratta. Cosa c’entra con il mio problema? Quale è il nesso tra le due cose?

    • Ha ragione, lo Yellox e’ un antiinfiammatorio e la csc non e’ una malattia infiammatoria.
      Saluti,
      mn

      • Cri

        Grazie per la risposta! Oggi sono stata dal medico di base, c’era una giovane sostituta. Mi ha detto che la csc finisce per ite quindi come tutte le cose che finiscono per ite è un’infiammazione. Questo lo sapevo anche io, ma il fatto è che da come me l’ho capita io questa malattia non sembra un’infiammazione e lei me lo conferma. A questo punto non so se continuare la terapia.

        • scusi ma veramente la malattia si chiama corioretinopatia sierosa centrale e non corioretinite…..
          Di oculisti che si occupano di questa malattia ce ne sono pochi, se poi lei ne parla con il sostituto del medico di base allora siamo a posto.
          saluti,
          mn

      • Cri

        Sono andata dal medico di base perché mi serviva l’impegnativa e perché mi doveva compilare l’allegato per prenotare la fluorangiografia, solo da lui potevo andare e se c’era la sostituta non è colpa mia.

  • Massimo

    Buongiorno dott. volevo sapere quali sono i costi relativi a questo trattamento eseguito a livello ospedaliero o privato e se può gentilmente indicarmi un esperto a Roma al quale posso rivolgermi. Grazie infinite

    • Buonasera,
      a Roma puo’ rivolgersi alla dr.ssa Cristina Parravano.
      I costi in ospedale sono il ticket di circa 45 euro, privatamente circa 1500 euro ( solo il farmaco costa 1000 euro circa).
      saluti,
      mn

  • Francesco

    Buona sera dottore circa un mese e mezzo fa o effettuato l’operazione fotodinamica in quanto tra le retina e il bulbo oculare c’era presenza di acqua in sostanza sembra che la cura abbia fatto effetto non al 100% ma al 70% infatti i medici mi avevano detto che qualora non fosse scomparsa del tutto avrei dovuto rifarla, comunque la mia domanda e come mai nelle ultime due settimana mi sento tirare il nervo oculare mandadomi dei mal di testa fortissimi e avvolte sensazioni di vertigini e o svenimenti? Grazie per l’attenzione

  • Alberto

    buongiorno dottore, mi chiamo alberto ho 38 anni e da due soffro di csc con andamento altalenante, ora va peggio ed è arrrivato il momento della terapia fotodinamica. Le chiedo gentilmente quanto influisca lo stress in questa patologia in quanto per diminuirlo dovrei programmare un cambiamento del posto di lavoro, e se può capitatre di avere il disturbo in modo importante su entrambi gli occhi contemporaneamente. grazie

    • Massimonicolo

      Buongiorno,
      sicuramente lo stress influisce. In ogni caso credo che non sia il caso di pensare a cambiare lavoro. Piuttosto bisognerebbe pensare a curare la malattia. La terapia fotodinamica è sicuramente ad oggi la terapia migliore. Certamente la malattia deve essere attiva, cioè ci deve essere fluido sottoretinico.
      saluti,
      Massimo Nicolò

  • Raimondo

    salve dott.le spiego la situazione di mia mamma Crocifissa circa un anno fa a avuto un problemaalla retina che si era risolto poi c e stata una recidiva a fatto la cura diamox deltacortene collirio facendo ripetuti controlli non ce stato un buon esito anzi ci hanno detto che non c e niente da fare, ci avevano detto di fare l iniezione invece poi hanno fatto continuare la cura. mia mamma non riesce a vedere bene con l occhio sn le mando gli ultimi controlli per valutare lei la situazione la ringrazio in anticipo distindi saluti

    • Massimonicolo

      Buonasera,
      ho visto le immagini.
      Il quadro non è chiaro. Bisognerebbe fare l’angiografia con indocianina e l’OCT.
      In ogni caso si può tentare con le iniezioni negli occhi. In questo caso è probabile possano dare dei risultati.
      saluti,
      Massimo Nicolo’

  • Valerio

    Salve Dottore.
    Circa venti giorni fa improvvisamente è comparsa una bolla sul campo visivo sul punto di fuoco..
    Ovviamente ho subito fatto l’otc (tre giorni dopo la sua comparsa) presso il “campus bio-medico di Roma co il dottor Roberto Sgrulletta.
    Diagnosi confermeta in “corioretinopatia sierosa centrale”
    L’oculista peró ha detto che il liquido si era già riassorbito spontaneamente e quella che vedo è la piega che il liquido ha generato e quindi in questo caso non si può fare più nulla.
    Mi conferma che mi devo tenere questa macchia per sempre?
    Può spiegami come sia possibile che la macchia sia comparsa all’improvviso quando ormai il liquido si era già ritirato e che quindi durante la “crisi” vera e propria non avessi avuto alcun disturbo?
    Grazie

    • Massimonicolo

      Buongiorno,
      grazie per il post.
      Direi che per prima cosa bisognerebbe vedere l’esame oct.
      Può inviarmelo alla mail massimonicolo@occhioallaretina.it
      grazie
      Massimo Nicolo’

  • Giorgio saba

    buon pomeriggio dottore le ho inviato copia deglii esami a cui mi sono sottoposto

  • Vanessa

    Gentile dottore,
    Ho una recidiva di CSC.
    Il primo episodio e’ avvenuto nel 2007 ed essendo molto centrale mi ha comunque lasciato una visione distorta all’occhio sinistro.da 10 a 6/10
    Circa un mese fa si è ripresentata la stessa situazione all’occhio sinistro, questa volta però sono in gravidanza al nono mese e da sei mesi ho interrotto la terapia con un beta bloccante che prendevo regolarmente dal 2007. La situazione attuale e’ di 3/10
    Mi hanno consigliato di aspettare ovviamente il parto tuttavia ho alcune domande alle quali nessuno mi ha risposto con sicurezza:
    E’ possibile con la terapia laser ripristinare una situazione visiva non distorta dopo il riassorbimento del liquido?
    Il parto naturale potrebbe compromettere ulteriormente la mia situazione, visto il grande stress cui sarà sottoposto il mio fisico?

    • Massimonicolo

      Buonasera,
      leggo solo ora il suo post perchè ho avuto qualche problema tecnico.
      Spero che la gravidanza sia andata bene.
      Come va la situazione visiva, se il problema persiste le consiglio a questo punto di fare la fluorangiografia e l’indocianina per stabilire se fare o meno la terapia fotodinamica.
      saluti,
      Massimo Nicolò

  • Daniele di mattia

    Salve,
    mi è stata diagnosticata un CRSC alla fine di settembre. Inizialmente il fluido si ritirava, ora però (gennaio) si sta nuovamente formando e mi sottoporrò a PDT.
    Ho 2 domande:
    – Cosa pensa di terapie con aldactone o eplerone? Ho letto articoli scientifici da cui si desumerebbe che si tratta di una terapie piuttosto promettenti. Lei cosa ne pensa?
    – Può consigliare un regime alimentare o integratori adatti a supporto della cura di questa patologia?
    Grazie.

    • Massimonicolo

      Buonasera,
      leggo solo ora il suo post perchè ho avuto qualche problema tecnico.
      Per il momento non ho avuto risultati eclatanti.
      La terapia fotodinamica è sicuramente molto più performante.
      Alternative di pari profilo di sicurezza ed efficacia al momento non ne esistono.
      saluti,
      Massimo Nicolò

  • Buonsera Dottore,
    Mi scusi il disturbo volevo sapere gentilmente se può farmi maggiori chiarimenti in merito all uso dal collirio Nevanac3mg…le racconto brevemente la mia storia…ho avuto per più di 2 mesi dolori di testa fortissimi…sono stata ricoverata in ospedale dove sono poi stata sottoposta a visita neurologica (tutto nella norma) mi è stata fatta una Tac celebrale (tutto nella norma) Angio-Tac celebrale (tutto nella norma) Rmn celebrale ( nella norma) …mi è stato dato come esito Cefalea muscolo tensiva quasi cronica…il mal di testa ad oggi sembra molto leggero però da quando sono stata ricoverata (il 20/12/2015 dimessa il 24/12/2015 ) perché il mal di testa era troppo forte avverto fino ad oggi 20/1/2016 dolore agli occhi senza altri sintomi però, che mi condiziona la qualità della vita …mi hanno detto che è normale mi hanno ordinato per 7 giorni il collirio Nevanac 3mg …però siccome ho letto troppe cose brutte su internet relative al dolore agli occhi Tipo ( sclerosi multipla) lei mi dice che posso stare tranquilla???poi ho letto che le donne in età fertile che non usano misure contraccettive ( come me) è sono in cerca di una gravidanza (io sono sposata ed ho 30 anni) vorrei quindi provare ad avere un figlio,sarebbe bene non usare questo collirio?!!potrebbe dirmi lei cosa è bene fare??
    La ringrazio anticipatamente…
    Attendo sue notizie

  • Andrea

    ATTENZIONE UNA CURA PER LA CORIORETINOPATIA SIEROSA CENTRALE C’E’! SU MINERVA MEDICA E’ STATO PUBBLICATO UN ARTICOLO PER CURARE LA PATOLOGIA: DILUIRE IN POCA ACQUA UNA FIALA DI GALIUM HEEL FIALE E UNA FIALA DI SOLANUM COMPOSITUM FIALE E TENERE SOTTO LA LINGUA IL LIQUIDO PER UN MINUTO POI INGOIARE. UN GIORNO SI E UNO NO PER DUE/TRE MESI. HO PROVATO PERSONALMENTE LA CURA E FUNZIONA! OGGI HO FATTO LA OCT E IL SIERO SI E’ TOTALMENTE RIASSORBITO CON RECUPERO VISIVO QUASI TOTALE! UN MIRACOLO! FATE SAPERE IN GIRO!
    ARTICOLO SU:
    https://www.minervamedica.it/it/riviste/minerva-oftalmologica/articolo.php?cod=R12Y2016N01A0006

Rispondi a massimonicolo Annulla risposta

Please type the characters of this captcha image in the input box

Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input

tredici − dodici =